Torta alle mele fuji con zucchero di canna, farina di farro e arancia dal blog Economistasalutista

Una torta di mele molto leggera al profumo di arancia, per iniziare la giornata unendo gusto e benessere.

Ingredienti:
• 3 mele fuji
• 2 arance ca.
• 250 grammi di farina di farro bio
• 80 grammi di zucchero di canna bio
• 2 tazzine di acqua naturale a temperatura ambiente
• 100 grammi di olio evo
• 1 bustina di lievito cremor tartaro bio

Procedimento:
Montare lo zucchero con il succo d'arancia (ca. 150 grammi), aggiungere poi la farina di farro, l'olio, l'acqua e il lievito. Tagliare le mele a fette non troppo sottili. Versare in una teglia rivestita con della carta forno e disporre sopra le fette di mele. Cuocere a 180 gradi per circa 35 minuti. (Fare sempre la prova stecchino).

Scopri questa ed altre ricette sul blog Economistasalutista

Ed ora, conosciamo meglio la nostra blogger Mariapia:


Nome blog: Economista Salutista
Quando hai aperto il tuo blog? Nel 2016, ben 4 anni! Non ci credo, mi sembra ieri!
In cucina secondo te quale ingrediente rappresenta il tocco in PIU’? L’amore, è il vero ingrediente segreto! Bisogna sempre cucinare con amore e passione! Così, anche il piatto più semplice diventa speciale!
Qual’è il piatto che ti piace di PIU’? Il piatto fatto di ingredienti freschi, di stagione, sani e genuini!
PIU’ dolce o PIU’ salato? Assolutamente salato!
Con la mela qual’è l’abbinamento che ti piace di PIU’? Amo la mela sia nei dolci, sia nelle insalate!
Cosa ti piace di MelaPiù? Amo Melapiù perché è croccante, succosa, dolce ma non troppo grazie alla sua leggera vena acidula. Perfettamente equilibrata!
Frase identificativa:
Mi piace molto la frase del libro Kitchen di Banana Yoshimoto: “Non c’è posto al mondo che io ami più della mia cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tanti strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano. Un luogo che condivido volentieri con gli amici a me cari.”